0521 1798076Contattaci
0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Il mercato delle fotocamere digitali è in costante evoluzione. Nuovi apparecchi vengono immessi regolarmente sul mercato, gli ultimi dei quali risultano essere le compatte dette per outdoor, allo stesso tempo robuste e performanti. I costruttori si interessano anche alla connettività degli apparecchi, creando dei modelli in grado di navigare su internet. Le compatte ad obiettivo intercambiabile, invece, continuano dritte per la loro strada. Questa guida ti svelerà tutti i segreti sulle ultime tendenze del mercato.

Le domande da porsi prima di effettuare l’acquisto:


Quale risoluzione scegliere per il sensore?

Il sensore gioca un ruolo essenziale: blocca l’immagine e riproduce gli elementi che la compongono, i contorni e i colori. Più il suo valore è elevato e migliore è la resa dell’immagine.

In teoria un sensore da 20 megapixel offre dei risultati migliori rispetto a un sensore da 12 megapixel. In pratica vedrai la differenza della risoluzione solo quando stamperai i tuoi scatti. Definisci bene quali sono le tue esigenze in modo da scegliere l'apparecchio più indicato.

Perché scegliere un obiettivo grandangolare?

Se ti piace scattare foto di gruppo o di panorami è indispensabile avere il grandangolo. Dotato di una focale inferiore a 28 mm, offre un campo visivo allargato. Coloro che usano una reflex o una compatta ad obiettivo intercambiabile potranno selezionare un obiettivo fisso.

Potrai anche scegliere un formato zoom come quelli che si trovano sulle compatte: è l'ideale per effettuare una messa a fuoco il più vicina possibile al soggetto.

Voglio delle foto nitide!

I costruttori propongono diversi tipi di stabilizzatori d’immagine. Stabilizzatori ottici e meccanici compensano automaticamente i movimenti del fotografo. Lo stabilizzatore digitale corregge l’immagine dopo aver registrato lo scatto. Sempre più performante, la soluzione digitale non è però tanto efficace quanto gli stabilizzatori ottici.

Potrai anche contare sulle funzioni di supporto all’inquadratura (riconoscimento dei volti, subject tracking,…) e sull’autofocus per ottenere dei risultati nitidi e senza sfocature.

Il display, un elemento fondamentale

Sostituto del vecchio mirino, non solo ti permette di inquadrare una scena, ma anche di visualizzare le tue foto prima di registrarle o di navigare all’interno dei menù del tuo apparecchio. È quindi consigliabile prediligere un’elevata risoluzione dello schermo.

Alcuni modelli dispongono di un display tattile, altri di uno schermo articolato, orientabile o remoto. Questo tipo di display offre una grande libertà d’utilizzo: potrai soprattutto realizzare degli scatti con una mano sola oppure effettuare delle belle foto anche se sei costretto ad assumere delle posizioni difficili durante la loro inquadratura.

Compatta per esperti o reflex?

La compatta per esperti ha sempre più delle caratteristiche tipiche delle reflex, ad eccezione dell’obiettivo intercambiabile. È quindi un’opzione da prendere in considerazione se cerchi un apparecchio completo che non necessiti acquisti supplementari.

Ricordati però che una compatta, per quanto sia per esperti, non sostituirà mai una reflex. Poiché ciò che rende affascinante la reflex non si trova da nessun’altra parte: un’ampia scelta di lenti, una migliore gestione della sensibilità, una vera profondità di campo, una reattività imbattibile, senza dimenticare un mirino di cui i più puristi di voi non possono proprio fare a meno.